skip to Main Content
Rifiuti plastici per riciclo della plastica

Il rifiuto plastico come materia prima di alta qualità: ingenti quantità di rifiuti plastici sono disponibili come materia prima. Smaltire correttamente i rifiuti plastici significa far fronte a un’esigenza di grandi proporzioni.

Transporter Enespa

Nel nostro processo di termolisi, l’energia chimica del rifiuto di plastica viene preservata al 90%, e si ottiene un olio di paraffina a basso contenuto di zolfo e di alta qualità. L’olio di paraffina di alta qualità può essere utilizzato senza problemi nell’industria e nel commercio al posto del petrolio grezzo convenzionale per produrre energia e fabbricare plastica. (Immagine dell’icona)

Geschäftsprozess-ENESPA-IT

Con questo processo di termolisi è stata creata una tecnologia che risolve il problema del riciclo di rifiuti plastici misti in modo sostenibile ed elegante. Diversi siti in Germania sono già interessati agli impianti. La materia prima (rifiuti plastici) è presente in quantità ingenti e la vendita dell’olio di paraffina a una delle maggiori raffinerie è assicurata.

Riciclare rifiuti plastici con il processo di termolisi

Nonostante gli sforzi a livello mondiale, i rifiuti di plastica arrivano nelle discariche, galleggiano nei mari e vengono bruciati rilasciando CO₂ nociva per l’ambiente.
In Germania oltre il 60% dei rifiuti plastici viene combusto in impianti di incenerimento e utilizzato come combustibile sostitutivo in centrali elettriche. Il futuro risiede nella tecnologia di termolisi. Nell’autunno del 2021, il nostro primo impianto di termolisi avvia la produzione in Germania. La plastica presmistata viene trasformata in pregiato olio di paraffina in un sistema chiuso. Da 1.000 kg di plastica si ottengono 1.000 l di olio di paraffina (circa 890 kg).
E così si realizza nella pratica l’economia circolare per rifiuti plastici misti. Questo significa che da rifiuti plastici creiamo una materia prima che viene riutilizzata per la produzione di plastica.

Tecnologia innovativa

I processi di termolisi venivano utilizzati dall’uomo già nel mesolitico per la produzione di catrame. Oggi i sistemi di termolisi vengono impiegati su scala industriale soprattutto per riciclare gli pneumatici delle auto e per la produzione di fumo liquido.
Il processo di termolisi appena sviluppato consente di riciclare diverse plastiche composite (ad es. PE, PP, PB, PS, EPS) CO2 neutra in olio di paraffina di alta qualità.

Risultato: materia prima di alta qualità

Nel nostro processo di termolisi, l’energia chimica del rifiuto di plastica viene preservata al 90%, e si ottiene un olio di paraffina a basso contenuto di zolfo e di alta qualità. L’olio di paraffina di alta qualità può essere utilizzato  senza problemi nell’industria e nel commercio al posto del petrolio grezzo convenzionale per produrre energia e fabbricare plastica.

Investire nell’esclusivo riciclo della plastica

Con questo processo di termolisi è stata creata una tecnologia che risolve il problema del riciclo di rifiuti plastici misti in modo sostenibile ed elegante. Diversi siti in Germania sono già interessati agli impianti. La materia prima (rifiuti plastici) è presente in quantità ingenti e la vendita dell’olio di paraffina a una delle maggiori raffinerie è assicurata.

Per gli investitori futuri

Ordinare gratuitamente i documenti!

Desidero ricevere documenti su

Messaggio

Per i nostri figli:
investire in modo ecologicamente ed economicamente
opportuno

A partire dal primo impianto, ENESPA AG conseguirà sicuramente un flusso di cassa positivo. Grazie al funzionamento parallelo di svariati impianti, i ricavi aumentano a dismisura e, di conseguenza, anche il valore d’impresa. La domanda per questa tecnologia è di proporzioni enormi. Al momento vi sono 18 siti in Germania che hanno mostrato interesse nel funzionamento di un impianto.

Molti siti in Germania hanno mostrato interesse per l’attività degli impianti di riciclo. Metteremo in funzione il primo impianto lì dove troveremo i presupposti migliori. Grazie alla mobilità degli impianti, siamo flessibili per quanto riguarda la sede. L’ente di promozione dello sviluppo economico del parco industriale “Schwarze Pumpe” nello Spreetal si mostra molto interessato al progetto ENESPA. Sulla base di una verifica approfondita, la banca finanziatrice di competenza ha ritenuto che il progetto possa beneficiare delle sovvenzioni. Una volta conclusa la procedura di autorizzazione, il progetto verrà sovvenzionato dalla banca finanziatrice.

Come obiettivo si prevede che il primo impianto da 8.000 kg/giorno nel parco industriale venga messo in funzione entro la fine del 2021. Non appena l'impianto funzionerà stabilmente, ENESPA costruirà altri dieci impianti e crescerà passo dopo passo fino ad arrivare a quaranta impianti. I dieci impianti saranno pienamente operativi entro la fine del 2022.

I nostri partner

Back To Top