skip to Main Content
fliessschema-IT

Diagramma di flusso del riciclo della plastica con il processo di termolisi L’energia chimica del rifiuto di plastica viene preservata al 90%.

stoffbilanz-IT

Bilancio dei materiali del processo di termolisi. Da 1000 kg di rifiuti plastici si ottengono 1.000 l di olio di paraffina, una materia prima di alta qualità per la produzione di plastica.

Termolisi: tecnologia già collaudata

Le materie plastiche più antiche nella storia dell’uomo sono catrame e pece, derivate dalla termolisi del legno. Per la successiva applicazione industriale di questo principio – ambiente privo di ossigeno e temperature superiori a 300 °C –  sono stati utilizzati anche altri materiali. Finora però ha avuto successo solo il riciclo degli pneumatici per auto e di oli esausti.

ENESPA AG metterà in funzione uno dei primi impianti, che lavora rifiuti plastici con il processo di termolisi per ottenere olio di paraffina di alta qualità.

Impianti produttivi – cosa conta

Nell’ambito del trattamento con termolisi di rifiuti plastici misti, una sfida è rappresentata dalla pre-cernita dei rifiuti plastici misti. Per PET e PVC esiste un grande mercato mondiale a sé stante, pertanto nel materiale di input ne sono presenti solo piccole quantità. Umidità e dimensioni dei rifiuti devono rientrare in un determinato range di tolleranza. Il materiale di input dei nostri fornitori viene verificato sistematicamente ed è conforme a questi requisiti.

Con gli impianti di prova, da un lato è stata sviluppata la mandata di materiale ottimale e dall’altro è stato definito un processo di lavorazione che tollera anche impurità maggiori.
Per il processo di riscaldamento, il nostro sistema modulare richiede soltanto di 1 ora, il che è decisivo per un funzionamento efficiente (i grandi impianti possono richiedere anche diversi giorni). Con il nostro partner possiamo vantare oltre 3 anni di esperienza nel funzionamento continuo di impianti di termolisi.

Documenti per investitori

Desidero ricevere documenti su






Tecnologia sotto controllo

La partnership con il costruttore d’impianti consente di escludere i rischi legati a uno sviluppo in-house e, inoltre, di risparmiare sul capitale. I moduli sono stati sviluppati nell’arco di 5 anni e il prototipo è in funzione stabilmente da 2 anni. ENESPA si avvarrà di un’evoluzione di questi moduli con una capacità di 1.000 kg/giorno. La tecnologia è pronta per l’impiego su scala industriale.

Risultato: materia prima di alta qualità

Nel nostro processo di termolisi, l’energia chimica del rifiuto di plastica viene preservata al 90%, e si ottiene un olio di paraffina a basso contenuto di zolfo e di alta qualità. L’olio di paraffina di alta qualità può  essere utilizzato senza problemi nell’industria e nel commercio al posto del petrolio grezzo convenzionale per la produzione di energia e di plastica.

Investimento nel riciclo della plastica – sii uno dei primi

Con questo processo di termolisi è stata creata una tecnologia che risolve il problema del riciclo di rifiuti plastici misti in modo sostenibile ed elegante. Già oggi svariati siti in Germania sono interessati agli impianti. La materia prima (rifiuti plastici) è presente in quantità ingenti e la vendita dell’olio di paraffina a una delle maggiori raffinerie è assicurata.

Per gli investitori futuri

Ordinare gratuitamente i documenti!

Desidero ricevere documenti su

Per i nostri figli:
investire in modo ecologicamente ed economicamente
opportuno

A partire dal primo impianto, ENESPA AG conseguirà sicuramente un flusso di cassa positivo. Grazie al funzionamento parallelo di svariati impianti, i ricavi aumentano a dismisura e, di conseguenza, anche il valore d’impresa. La domanda per questa tecnologia è di proporzioni enormi. Al momento vi sono 18 siti in Germania che hanno mostrato interesse nel funzionamento di un impianto.

Molti siti in Germania hanno mostrato interesse per l’attività degli impianti di riciclo. Metteremo in funzione il primo impianto lì dove troveremo i presupposti migliori. Grazie alla mobilità degli impianti, siamo flessibili per quanto riguarda la sede. L’ente di promozione dello sviluppo economico del parco industriale “Schwarze Pumpe” nello Spreetal si mostra molto interessato al progetto ENESPA. Sulla base di una verifica approfondita, la banca finanziatrice di competenza ha ritenuto che il progetto possa beneficiare delle sovvenzioni. Una volta conclusa la procedura di autorizzazione, il progetto verrà sovvenzionato dalla banca finanziatrice.

Come obiettivo si prevede che il primo impianto da 5.000 kg/giorno nel parco industriale venga messo in funzione entro la fine del 2020. Non appena l'impianto funzionerà stabilmente, ENESPA costruirà altri dieci impianti e crescerà passo dopo passo fino ad arrivare a quaranta impianti. I dieci impianti saranno pienamente operativi entro la fine del 2021.

I nostri partner

Back To Top